Quotidianity – 3

-Ma che gentilina hai comprato?
-Era bella al super.
-È tutta moscia, guarda.
-Si è appassita stanotte a stare fuori.
-Ma questa era già brutta da prima.
-Sì, non era bellissima.
-Vabbhé. Ne vuoi un po’ Giacomo?
-No, grazie. Comunque vi stavo dicendo
-Sì.
-Avete presente Luca Toffredo?
-Era in classe con te?
-Sì. Ha trovato da lavorare subito.
-Dove?
-In una fabbrica che fa automobili. Ma automobili serie, eh?
-È stato bravo.
-Sì. Pensa che è così bravo che gliele fanno provare! Mica come quelli lì della Prafec. Che stronzi.
-Come gliele fanno provare?
-Sì! Gli fanno provare le macchine! Se vanno bene. Ma stiamo parlando di macchine con 600 cavalli, eh? Delle Audi, delle Jaguar. Mica delle stronzatine, eh? Ha detto che corre su un circuito e fa le derapate, ahahah!
-Ma quanti anni ha Luca?
-19, come me.
-E gli fanno provare le macchine?
-Sì! Lo giuro!
-E se le segna?
-Ah! Ha detto che con una Mercedes gli è capitato di segnarla sul muso. Un ammaccotto.
-E dopo?
-Non gli hanno fatto nulla, ahah.
— pausa breve —
-A me sembra una stronzata.
-Come?
-Dai, è una stronzata che ti ha raccontato.
-Guarda che è vero.
-E secondo te al primo coglione che viene a lavorare in una fabbrica gli fanno provare le macchine? Poi, come se da noi ci fossero delle fabbriche che costruiscono per intero le macchine di marche diverse.
-Sì, me l’ha detto lui.
-Ma è una stronzata! Un neo patentato con una macchina da 600 cavalli?!
-Ma che cazzo ne sai tu che sei solo un povero sfigato?
-Mavaffanculo.
-Sei solo un povero sfigato che al massimo ha guidato una panda! Che cazzo ne vuoi sapere?!
-E tu che cazzo hai guidato più di una panda?
-La polo di Luke.
-Luke chi è? Sempre la sagoma a cui fanno provare le macchinone?
-Ma lo vedi che sei uno sfigato del cazzo? Fallito!
-Ragazzi, la piantate?
-È lui che rompe i coglioni! Che ve lo dico subito, se continua così lo ammazzo.
-Ammazzami.
-Guarda che non scherzo, io ti ammazzo.
-Dai, ammazzami, dai.
-Mi stai facendo incazzare. Ti avverto. Mi stai facendo incazzare.
-Carlo, dì qualcosa.
-Ragazzi state calmi.
-Se mi vuole ammazzare che lo faccia.
-Devi portarmi rispetto, hai capito? Hai capito che devi portarmi rispetto? Sei solo una merda tu, non capisci un cazzo.
-E tu che sei? Che ti licenzi dopo un mese solo perché non riesci a stare in piedi.
-Dì un’altra parola e ti ammazzo.
-Sei un pezzo di merd…
-GIACOMO!

[Guida alla lettura:
M, P, M, P, M, P, M, F2, M, F2, M, F2, M, F2, P, F2, P, F2, M, F2, P, F2, M, F2, P, F2
— pausa breve —
F1, F2, F1, F2, F1, F2, F1, F2, F1, F2, F1, F2, F1, F2, M, F2, F1, F2, F1, F2, M, P, F1, F2, F1, F2, F1, M

M: madre
P: padre
F1: figlio maggiore
F2: figlio minore]

Annunci

5 thoughts on “Quotidianity – 3

Scrivi pure qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...