Non si vede che sei di Napoli

Scrivere un post su Napoli senza cadere nei luoghi comuni è impresa ardua. Canzoni classiche e neomelodiche, immagini oleografiche, che siano gouaches dell’ottocento o reportages giornalistici, romanzi e cronaca hanno inculcato nell’opinione comune una idea della città che non sempre corrisponde alla realtà. Quando vado fuori, in Italia come nel resto d’Europa, la battuta più frequente su di me è “non sembra tu sia napoletano“, cosa che è prontamente smentita da un incorreggibile accento e da una naturale, eccessiva tendenza a socializzare. Vivo in un quartiere collinare che ha poco di napoletano, tant’è che quando ci spostiamo per andare al centro diciamo “vado giunnapoli” come se fosse un’entità diversa. Vivo in un milieu borghese di quelli che nei film non compaiono mai, perché la vita normale delle persone non interessa nessuno, per avere un minimo di considerazione dai media o dal cinema devi avere almeno una storia di droga, di prostituzione, di camorra. Vivo in una città dove i cittadini non si rendono conto del tesoro su cui camminano, anzi se possono danneggiarlo non ci pensano nemmeno un momento e diventa sempre più difficile trovare del bello in un ambiente così fortemente deturpato. Eppure ogni volta che vedo il golfo di Napoli, mi si apre il cuore. Malgrado l’azione deleteria dell’uomo, la natura è stata così benigna da creare un luogo felice che si estende dai Campi Flegrei fino alla costiera amalfitana. Dai primi coloni greci all’ultima amministrazione comunale tutti quelli che hanno governato la città hanno lasciato tracce monumentali, chiese e castelli, musei e metropolitane. Amo la mia città, non riesco a immaginare di vivere in un altro posto. Un po’ meno, anzi molto meno amo i miei concittadini.

Annunci

5 thoughts on “Non si vede che sei di Napoli

  1. Due o tre cose che ho impresse di Napoli.
    Gli annunci dei treni in arrivo e partenza da campi flegrei, sempre sbagliati.
    I lunedì mattina dove senti parlare chiunque della partita del giorno prima.
    Il caffè a spaccanapoli.
    Le statue di palazzo reale a piazza plebiscito.

  2. A Napoli non sono mai stato. Mi sono sempre limitato a scali piú o meno veloci al porto e a Capodichino. Eppure mi sembra quasi di conoscerla. Sono circondato da napoletani, gente simpatica, presto -lo spero- buoni amici. I napoletani non fanno altro che parlare della loro cittá e lo fanno con quell’accento che ti penetra il cervello e finisci quasi inconsapevolmente ad imitare. Quanto é bella Napoli, quanto é bravo Cavani, come é bello il nuovo lungomare, quanto é buono il ragú napoletano che deve cuocere almeno due giorni. Napoli, mia stato eppure ne so qualcosa!

  3. Sono stata due brevi volte a Napoli, la prima il giorno del mio credo 22esimo o 23esimo compleanno, al quartiere Sanità e per poche ore. La cosa buffa, segno evidentemente di pregiudizi sedimentati inconsapevolmente dai luoghi comuni di cui accennavi, è che alle 8,30 di domenica mattina beccai il controllore fuori la metro! Le macchinette erano rotte per cui non avevo timbrato. Furono magnanimi. Di quella giornata ricordo il mio pensiero fulmineo prima di “scendere” al quartiere. Vedendo l’ascensore che attraversava la zona retificata e ti portava giù al quartiere pensai per un attimo di stare in un girone dantesco dell’inferno.

    La seconda occasione andò più o meno così, 3 anni fa:
    I: Andiamo a mangiarci una pizza stasera, dai
    Io: va bene
    I: ti passo a prendere alle 18,30
    IO: ma come alle 18,30?!

    Mi portò a Napoli DI SABATO SERA a mangiare una pizza, bere un caffè (wow) e poi mi riportò a casa, dove tra l’altro c’erano i miei pronti a liberare i cani (che non abbiamo) per venirmi a cercare (si era fatto un pò tardi). Dettagli.
    Mi piacerebbe vederla un giorno senza orari, questo si.

Scrivi pure qui

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...